Lettera ai parlamentari europei che sostengono l'Iniziativa dei Cittadini europei New Deal 4 Europe

Lettera ai parlamentari europei che sostengono l'Iniziativa dei Cittadini europei New Deal 4 Europe

Bruxelles, 20 settembre 2014

Un mese fa abbiamo inviato una “lettera aperta” a tutti i parlamentari europei, chiedendo loro di sostenere la nostra “Iniziativa dei Cittadini europei” (ICE) New Deal 4 Europe ed alcuni di loro hanno risposto positivamente.

La presente lettera è invece indirizzata ai parlamentari che hanno già espresso il loro sostegno durante la Campagna elettorale europea, allo scopo di concordare una concreta azione comune per New Deal 4 Europe, all'interno e all'esterno del Parlamento.

 

La Commissione Juncker sarà operativa dal prossimo novembre e i cittadini e il Parlamento europeo attendono di avere maggiori informazioni sull’annuncio di un Piano di investimenti da € 300 miliardi in tre anni.

Noi riteniamo che la consapevolezza dell'urgenza di un Piano europeo - per superare la recessione economica e il rischio di una persistente deflazione - sia notevolmente maturata negli ultimi mesi, anche grazie alla nostra ICE. È certamente un fatto che molti leader europei, opinion makers e importanti personalità hanno espresso negli ultimi mesi il loro sostegno a New Deal 4 Europe. In particolare, Mr. Juncker ,nel suo primo discorso come Presidente della Commissione europea, ha appunto annunciato un Piano di investimenti per un valore di € 300 miliardi e noi salutiamo ciò con favore.

Ma questo Piano è ben diverso da quello cui fa riferimento New Deal 4 Europe. Nel documento qui allegato (in francese - allegato n. 1) presentiamo in sintesi i tratti principali (ad oggi noti) del primo, mettendo in evidenza le differenze rispetto al secondo.

A nostro avviso, il Parlamento dovrebbe rivendicare un Piano più avanzato, in linea con quanto gli Europei si aspettano. In estrema sintesi, il punto centrale è che oggi all'Europa non serve un Piano normale, finanziato da risorse provenienti dal bilancio già esistente, bensì un Piano “straordinario” finanziato da "risorse proprie" aggiuntive.

Il Parlamento ha certamente la forza politica per chiedere la messa in opera di un Piano del genere. Per la prima volta la nomina del Presidente della Commissione non è il risultato di un compromesso tra i Governi nazionali, bensì dell’esito delle elezioni europee, poi confermato da un esplicito accordo, nato proprio nel Parlamento, tra i gruppi più importanti.

Le conseguenze politiche sono evidenti: se il Parlamento ha avuto la forza di scegliere il Presidente della Commissione, è chiaro che ha anche la forza per chiedere a questo Presidente un Piano straordinario per lo Sviluppo sostenibile e l'Occupazione. Soprattutto se un milione di Cittadini europei firmeranno l'ICE New Deal 4 Europe. Ne deriva che l'azione congiunta tra i Cittadini europei e il Parlamento sarà decisiva per raggiungere l'obiettivo di un Piano europeo straordinario.

Pertanto, invitiamo i parlamentari che, come i destinatari di questa lettera, hanno sottoscritto l'appello a sostegno della nostra Iniziativa, di andare avanti verso la creazione di un "networking group New Deal 4 Europe" all'interno del Parlamento. Grazie a questo gruppo informale secondo noi sarà possibile:

- diffondere l'azione politica per un Piano europeo straordinario, influenzando gli altri colleghi del proprio Gruppo e sostenendo le iniziative dei Comitati nazionali del proprio Paese (si veda l’allegato n. 2)

- influenzare il testo finale del Piano Juncker, integrandolo con il riferimento alle "risorse proprie" per il finanziamento del Piano straordinario.

Infine, e la cosa non è di secondaria importanza, crediamo che la creazione di un Piano europeo straordinario sarebbe importante non solo per le conseguenze che si determineranno in campo economico e sociale, ma anche in quello politico, se teniamo presente che:

- grazie al Piano New Deal 4 Europe l'Unione europea avrà un volto e una voce chiara nel mondo, l'Europa comincerà ad essere percepita come entità indipendente dai singoli Stati. Questo significa che l'identità europea sarà in via di affermazione e l'Europa comincerà a definire il suo ruolo in un mondo globalizzato;

- il Piano accrescerà la necessità di un rafforzamento della Politica estera e di Sicurezza dell'Unione, con conseguenze positive per la crisi in Ucraina e per quella in Medio Oriente.

Ci auguriamo vivamente che la nostra proposta possa incontrarsi con il Vostro impegno politico per costruire un’ Europa capace di agire.

Con i nostri migliori saluti.

Il Comitato europeo dell'Iniziativa dei Cittadini europei New Deal 4 Europe

Per informazioni generali ed un rapido contatto, scrivere a: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

Sul website della campagna sono indicati tutti i contatti: www.newdeal4europe.eu

- Composizione del Comitato Europeo

- Composizione dei Comitati nazionali

- Contatti della struttura centrale dell’ICE New Deal 4 Europe

Allegato 1 – Linee guida del Piano Juncker e del Piano the New Deal 4 Europe

Attachment 2 - Iniziative a sostegno di New Deal 4 Europe

Follow Us!

FacebookTwitterYoutubeFlickrGoogle

Newsletter

Newsletter

Follow Us!

FacebookTwitterYoutubeFlickrGoogle

PARTNERS